NEWS - Pagina 3

INAUGURATA PRESSO LA VILLA FUNICOLARE DI SAN PELLEGRINO TERME LA NUOVA SEDE DEL CENTRO STORICO

La nuova prestigiosa sede del Centro Storico Culturale Valle Brembana "Felice Riceputi" è stata inaugurata a San Pellegrino Terme lo scorso sabato 29 settembre. Quasi cento persone, tra soci e abitanti della cittadina termale, hanno assistito alla riapertura delle porte di Villa Funicolare, stupendo edificio in stile liberty risalente al 1909 restaurato dal Comune e dato in > concessione ad uso gratuito all'associazione. La palazzina, che è disposta su due piani, ospita al piano terra una sala riunioni e la biblioteca del Centro, con circa 500 volumi in prevalenza di > storia e cultura brembana, incluse tesi di laurea e di maturità, mentre le tre sale del piano superiore sono adibite a spazi espositivi per mostre di tipo artistico e fotografico. Per l'occasione, contemporaneamente all'apertura della nuova sede, è stata inaugurata una collettiva di pittura e composizioni artistiche realizzate da una ventina di soci del Centro Storico, visitabile tutti i giorni fino al 14 ottobre. Operativa da inizio settembre, la sede con l'annessa biblioteca è invece aperta al pubblico una volta alla settimana (il giovedì dalle 16.30 alle 18.30) grazie alla disponibilità di un gruppo di volontari. Prima di procedere con il taglio del nastro il presidente Prof. Tarcisio Bottani ha voluto ringraziare il Comune di San Pellegrino Terme, rappresentato dall'assessore alla Cultura Michele Pesenti, sottolineando quanto quest'iniziativa sia stata un segno di stima e di riconoscimento della decennale attività che il Centro sta svolgendo a favore della cultura in Valle Brembana. Una presenza che costituirà senz'altro una ulteriore preziosa opportunità per la promozione culturale della cittadina termale unitamente al suo ambito e tanto atteso rilancio turistico.







INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE E MOSTRA COLLETTIVA DI ARTISTI DEL CENTRO STORICO CULTURALE

Sabato 29 settembre, alle ore 17.00, verrà inaugurata la nuova sede del Centro Storico Culturale, nella Villa Funicolare di San Pellegrino Terme. Per l’occasione verrà aperta una mostra collettiva di opere di pittura e composizioni artistiche realizzate da una ventina di soci del Centro, allestita nelle sale espositive della Villa. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 14 ottobre.

Invito




TERZA EDIZIONE DEL “SAN PELLEGRNO TESTIVAL DI POESIA PER E DEI BAMBINI”

Il Centro Storico Culturale organizza anche quest’anno il San Pellegrino Festival di poesia per i dei bambini. Al Festival sono invitati a partecipare, guidati dai loro insegnanti, i bambini dagli 8 agli 11 anni che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado e gli adulti che amano leggere e comporre poesie. Parteciperanno inoltre, come ospiti speciali, Giusi Quarenghi e Pietro Formentini, poeti di livello nazionale, autori di libri di poesie per bambini.

Il tema assegnato quest’anno è: Io sono, Tu sei (ritratti di sé stessi e di un altro, di un'altra - dell'altro diverso da te, da me - degli altri in genere, simili o diversi da te, da me, da noi, particolarmente importanti e significativi nella propria vita...).

Il Festival si articolerà nelle seguenti fasi:
Ottobre, solo per le scuole che sono state designate come giuria popolare: incontri del poeta ospite del Festival con le classi selezionate; svolgimento di un corso di formazione per docenti e adulti (iscrizione entro il 29 settembre).
Entro sabato 27 ottobre: consegna poesie degli adulti
Entro sabato 10 novembre: consegna poesie dei bambini/ragazzi Sabato 1° dicembre, ore 20,30, presso il teatro dell’Oratorio di San Pellegrino: conclusione del Festival e premiazioni.
www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival/






PRESENTATI IL NUOVO DIRETTIVO E LA NUOVA SEDE DI SAN PELLEGRINO TERME. RICONFERMATO ALLA PRESIDENZA IL PROF. TARCISIO BOTTANI

Lo scorso 28 aprile durante l’Assemblea dei Soci è stato eletto il nuovo Direttivo del Centro Storico Culturale Valle Brembana per il triennio 2012-2014. A chiusura della seduta il Presidente della Commissione Elettorale Prof. Alberto Giupponi ha comunicato la composizione del Consiglio Direttivo nelle persone di Tarcisio Bottani, Giacomo Calvi, Simona Gentili, Michela Lazzarini, Mara Milesi, Marco Mosca e Denis Pianetti. Eletti nella medesima seduta anche il Comitato dei Garanti con Lorenzo Cherubelli, Carletto Forchini e Ivano Sonzogni, ed il Collegio dei Revisori dei Conti con Raffaella del Ponte, Pierluigi Ghisalberti e Vincenzo Rombolà. Un sentito ringraziamento va al socio Arrigo Arrigoni che lascia il Direttivo pur continuando la sua costante e preziosa collaborazione come socio del Centro. Nella riunione del nuovo Direttivo, svoltasi il 12 maggio, sono stati successivamente confermati con unanime consenso Tarcisio Bottani Presidente, Simona Gentili Vicepresidente e Gianmario Arizzi Segretario. In occasione dell’Assemblea dei Soci, oltre al programma culturale dei prossimi mesi, è stata presentata la nuova sede del Centro che sarà prossimamente trasferita a San Pellegrio Terme, nella villa in stile liberty della ex funicolare, per concessione in comodato d’uso da parte del Comune






SONO BREMBANE LE RADICI DI CARLO CATTANEO

ll Centro Storico Culturale e il Comune di Valleve si sono fatti promotori della pubblicazione del libro del nostro socio Natale Arioli “LE RADICI DI CARLO CATTANEO. Storia di una Famiglia da Valleve alla Bassa Milanese”.

Grazie a una minuziosa ricerca basata su una copiosa documentazione del tutto inedita, reperita negli archivi bergamaschi e in quelli delle zone di destinazione, il libro ricostruisce il percorso storico dei Cattaneo di Valleve, dal Medioevo all’Ottocento, dimostrando al di là di ogni dubbio l’appartenenza a questa Famiglia di Carlo Cattaneo, il teorico del federalismo e tra i più originali e autonomi ispiratori del Risorgimento italiano. Il libro ci propone la storia esemplare dei Cattaneo inizialmente impegnati nelle attività produttive di Valleve per poi via via dedicarsi alla transumanza, stabilendo contratti in varie località, fino a diventare agiati fittabili, finché sul finire del Settecento due di loro, Filippo e il figlio Melchiorre, decisero di cambiare radicalmente attività, entrando nel campo dell’oreficeria a Milano. É da Melchiorre che il 15 giugno 1801 nacque Carlo Cattaneo destinato a diventare uno dei principali artefici dell’Unità d’Italia.

Edito dalla Corponove di Bergamo, sostenuto dal patrocinio della Provincia di Bergamo e dal contributo della Comunità Montana Valle Brembana e dal Consorzio BIM Bergamo, il libro è stato presentato a Valleve il 31 marzo, alla presenza di un folto pubblico e di numerose autorità. Da sinistra, nella foto, l'Assessore Provinciale alla Cultura Giovanni Milesi, l'Assessore Regionale al Territorio Daniele Belotti, il Presidente del Centro Storico Cuturale Tarcisio Bottani, l'autore del libro Natale Arioli, il sindaco di Valleve Santo Cattaneo e il Presidente della Comunità Montana Valle Brembana Alberto Mazzoleni.

Al termine della manifestazione, il sindaco di Valleve ha consegnato all'autore del libro e al Centro Storico una targa ricordo.






SUCCESSO DEL SAN PELLEGRINO FESTIVAL DI POESIA PER E DEI BAMBINI

Garande successo dell’edizione 2011 del Sanpellegrino Festival di Poesia per e dei Bambini, conclusasi sabato 3 dicembr al teatro dell’Oratorio di San Pellegrino Terme. La serata conclusiva del festival ha voluto essere un riconoscimento per tutti quelli che si sono divertiti a leggere e scrivere poesie e ha voluto festeggiare con un premio le poesie che sono state ritenute le migliori, senza voler scoraggiare coloro che non sono stati premiati, perchè anche a loro va il plauso e l’apprezzamento della giuria e del pubblico. Il concorso era aperto ai bambini dagli 8 agli 11 anni, che hanno risposto al nostro invito da tante scuole, da ogni parte d’Italia, presentando in totale 800 poesie, alcune scritte individualmente, altre scritte in gruppo o come intera classe. Le classi coinvolte sono state 81, di 36 diversi Istituti Comprensivi, per un totale di 1321 alunni impegnati nell’attività di scrittura poetica. I bambini e i ragazzi che hanno scritto poesie individualmente sono stati in tutto 677, di cui 370 appartenenti alla categoria dei più piccoli (classi 3ª-4ª elementare) e 307 alla categoria dei più grandi (classi 5ª elem-1ª media). Hanno partecipato anche 90 poeti adulti con un totale di 120 poesie. Ospiti assai apprezzati del Festival sono stati i poeti Giusi Quarenghi e Pietro Formentini.

www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival/index.html


foto 1: vincitori della sezione poesie di gruppo classi terza e quarta elementare
foto 2: La rappresentatativa dell'Istituto Comprensivo di San Giovanni Bianco premiato per la migliore Scuola.





PRESENTATA A ZOGNO LA DECIMA EDIZIONE DEI QUADERNI BREMBANI

Il nostro annuario Quaderni Brembani è giunto quest’anno alla decima edizione ed è stato presentato sabato 26 novembre presso il Museo della Valle di Zogno. Un traguardo senza dubbio di grande importanza, considerando la mole dei contributi che sono stati pubblicati nel corso del decennio e che hanno consentito di approfondire la conoscenza dei più diversi aspetti della storia e della cultura brembana. Un anniversario che coincide con i 150 anni dell’Unità d’Italia, ai quali sono stati dedicati alcuni contributi con aspetti inediti e interessanti di vicende risorgimentali che ebbero per protagonisti personaggi della Valle Brembana. Come sempre, ad arricchire il volume vi sono pezzi che abbracciano gli ambiti più diversi, dall’arte alla religione, dalla storia alle tradizioni locali, ma anche racconti e poesie. A chiudere l’edizione, oltre alla consueta rubrica dello Scaffale Brembano, con una trentina di recensioni di opere o argomento brembano, una sezione che raccoglie tutte le poesie finaliste del San Pellegrino Festival di poesia per e dei bambini tenutosi nel 2010. L’incontro, al quale hanno partecipato un centinaio di persone, è stata anche l’occasione per premiare le tesi di maturità sulla Valle Brembana presentate dagli studenti Michela Busi, Lorenzo Bonini, Serena Stracchi e Nicola Personeni.


La presentazione dei Quaderni Brembani, tenuta da Tarcisio Bottani e Arrigo Arrigoni

Gli studenti premiati per le tesi di maturità con Tarcisio Bottani ed Ermanno Arrigoni




SECONDA EDIZIONE “DEL FESTIVAL NAZIONALE DI POESIA PER E DEI BAMBINI”

Dopo il successo della prima edizione, il Comune di San Pellegrino Terme ha incaricato anche quest’anno il Centro Storico Culturale di organizzare la seconda edizione del “San Pellegrino Festival di poesia per i dei bambini”. Al Festival sono invitati a partecipare, guidati dai loro insegnanti, i bambini dagli 8 agli 11 anni che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado e gli adulti che amano leggere e comporre poesie. Parteciperanno inoltre, come ospiti speciali, Giusi Quarenghi e Pietro Formentini, poeti di livello nazionale, autori di libri di poesie per bambini.

Il tema assegnato quest’anno è: L’albero.
Nella prima fase verranno organizzati, per i bambini e i docenti di alcune scuole, selezionate come giuria popolare, dei laboratori didattici, con la partecipazione dei due poeti ospiti.
I genitori, i nonni e tutti gli adulti, in un incontro con i poeti, avranno l’occasione di arricchire la loro conoscenza di rime e filastrocche e di imparare a giocare con la fantasia dei loro bambini.

Il Festival si articolerà nelle seguenti fasi:
- Ottobre: corso di aggiornamento per docenti e incontri dei poeti ospiti del Festival con le classi selezionate.
- Entro sabato 29 ottobre: consegna poesie degli adulti
- Entro sabato 12 novembre consegna poesie dei bambini
- Da venerdì 2 a sabato 3 dicembre: mostra-mercato dei libri di poesia per bambini
- Venerdì 2 dicembre ore 20: cena con i poeti ospiti e lettura poesie adulti in concorso
- Sabato 3 dicembre, sera: conclusione del Festival e premiazioni.

www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival/




PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA STORIA DELLA VALLE BREMBANA DEL PROF. FELICE RICEPUTI

Il Centro Storico Culturale Valle Brembana, d'intesa con il Museo Etnografico di Valtorta, ha curato la nuova edizione dei due libri dello scomparso prof. Felice Riceputi dedicati alla Storia della Valle Brembana. I curatori, Arrigo Arrigoni e Tarcisio Bottani, hanno rispettato i testi nella loro integrità sostanziale, limitandosi a qualche breve integrazione resasi opportuna alla luce di ricerche, studi e pubblicazioni degli ultimi anni, e alla sostituzione di buona parte del materiale fotografico, mentre la veste tipografica (curata dalla Corponove Editrice) si presenta del tutto nuova.

Nel testo ci sono solo due interventi di una certa consistenza, che sono andati a formare due nuovi paragrafi di aggiornamento. Uno, inserito nelle parti iniziali del primo volume (Dalle origini al XIX secolo), riguarda il tema importante delle incisioni rupestri, rinvenute in Alta Valle Brembana, particolarmente in territorio di Carona, già trattato in parte nel suo testo da Riceputi: le campagne di studio, promosse in questi ultimissimi anni proprio grazie anche al suo impegno in prima persona e grazie alla sua grande spinta, stanno dando risultati davvero sorprendenti portando alla luce, tra le altre cose, le più antiche testimonianze scritte del nostro territorio, incisioni in carattere etrusco e in lingua leponzia, o di Lugano, databili tra il V e il III secolo a.C.

L’altra integrazione, inserita alla fine del secondo volume (Il Novecento), riguarda il primo decennio del nuovo millennio. Si è cercato di tracciare una panoramica sull'evoluzione della Valle in questo decennio per offrire al lettore uno strumento di riflessione e di studio il più possibile completo.




PUBBLICATE LE PRIME 6 GUIDE ALLE CHIESE DELL’ALTA VALLE BREMBANA

Per iniziativa del Centro Storico Culturale sono state pubblicate le prime sei guide alle chiese dell’Alta Valle Brembana relative agli edifici sacri di Valtorta, Ornica, Santa Brigida, Cusio, Piazza Brembana e Lenna. La redazione dei testi, il corredo iconografico e il coordinamento editoriale sono stati curati dal Centro Storico e in particolare dal prof. Giacomo Calvi, componente del Consiglio Direttivo, mentre le spese di stampa degli opuscoli sono state sostenute dalle rispettive parrocchie. Per ogni guida sono stati presi in considerazione i principali edifici sacri: per Valtorta, la chiesa parrocchiale e l’oratorio di Sant’Antonio abate alla Torre; per Ornica, la parrocchiale e il santuario della Madonna del Frassino; per Santa Brigida, la parrocchiale e l’antica chiesa di Santa Brigida, matrice della Valle Averara; per Cusio, la chiesa parrocchiale; per Piazza Brembana, la chiesa di San Bernardo (esiste già una guida della parrocchiale di San Martino); per Lenna il santuario della Madonna della Coltura. Il testo, distribuito su un pieghevole di dodici facciate, illustra gli aspetti storici salienti dei vari edifici e descrive analiticamente l’apparato decorativo e pittorico e i principali arredi sacri.






Escursione alle incisioni rupestri di Carona

Con la collaborazione del Museo Archeologico di Bergamo e del comune di Carona, il Centro Storico Culturale Valle Brembana ha organizzato lo scorso 9 luglio una interessante escursione alla scoperta delle incisioni rupestri dell'Armentarga e della Val Camisana, sotto il Pizzo del Diavolo. Il gruppo si è dato appuntamento al rifugio Longo e, accompagnato dall'archeologa Dott.ssa Giovanna Bellandi, ha superato il passo Selletta (2.372 mt) per poi ridiscendere il pendio fino alla zona delle torbiere e ai principali massi riportanti testimonianze scritte in diverse epoche storiche. Si tratta di centinaia di incisioni di grande interesse: figure maschili e femminili, figure antropomorfi e di animali, elementi simbolici come nodi di Salomone, croci e stelle a cinque punte, particolari sistemi e scale di conteggio, autografi, date e antiche iscrizioni. Una pagina di estrema importanza della storia della nostra valle che vale senz'altro la pena di visitare. Il paesaggio e la natura che ne fanno da contorno contribuiscono a rendere ancor più affascinante la scoperta di questo museo a cielo aperto, che in un lontano passato dev'esser stato un importante crocevia di popoli di diversa provenienza.



L'archeologa illustra storia e segreti delle varie incisioni



CONCORSO PER TESINE DI MATURITA' SULLA VALLE BREMBANA (clicca QUI)

Il Centro Storico Culturale della Valle Brembana “Felice Riceputi, allo scopo di promuovere la conoscenza della storia e della cultura locale, propone agli studenti che sosterranno l’Esame di Stato nel corrente anno scolastico di dedicare il loro percorso individuale o tesi ad aspetti tipici della VALLE BREMBANA. Gli elaborati, svolti preferibilmente in forma multi-disciplinare, potranno prendere in considerazione aspetti della Valle Brembana, della sua gente e della sua realtà storica, culturale, religiosa, sociale, scientifica, tecnologica, economica, architettonica, artistica e ambientale e potranno essere svolti con qualsiasi tecnica espressiva. Le tesine vanno recapitate al Centro Storico Culturale entro il 31 luglio 2011. Scarica il bando.




Il programma delle prossime iniziative del Centro Storico-Culturale

Si è tenuta nella mattinata di domenica 8 maggio, presso l'Ostello dei Tasso di Camerata Cornello, l'Assembleala dei soci del Centro Storico-Culturale. All'ordine del giorno, oltre all'approvazione del bilancio economico e ad un riepilogo delle iniziative tenutesi durante il primo quadrimestre del 2011, vi è stata anche la presentazione delle attività programmate per i prossimi mesi:

- Visita guidata alle incisioni rupestri della Val Camisana (Carona) con la collaborazione del Museo Archeologico di Bergamo (luglio)
- Revisione e aggiornamento testuale e iconografico dei due libri di Felice Riceputi sulla Storia della Valle Brembana. I due libri saranno presentati a fine luglio con la collaborazione del Comune di Valtorta
- Mostre fotografiche curate dal gruppo "Fotografi Brembani" (luglio-agosto)
- Redazione e stampa degli opuscoli illustrativi sulle chiese dell’Alta Valle Brembana (luglio-ottobre)
- Mostre delle pubblicazioni brembane (estate)
- Collaborazione culturale alla manifestazione Fungolandia (inizio settembre)
- Pomeriggio di poesia e musica (settembre)
- Organizzazione del “San Pellegrino Festival di Poesia per e dei bambini” (settembre-dicembre)
- Conferenze e convegni di cultura locale (settembre-novembre)
- Presentazione dell’edizione 2011 dell’Annuario "Quaderni Brembani" (fine novembre)
- Rassegna di artisti brembani contemporanei (dicembre)
- Avvio della collaborazione con la Stazione ornitologica scientifica della Passata di Zogno


Due momenti della riunione dei soci tenutasi lo scorso 8 maggio a Camerata Cornello






Il Centro Storico alla Fiera del Libro e il 150° anniversario dell’Unità d’Italia

Su invito dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Bergamo il Centro Storico Culturale Valle Brembana “Felice Riceputi”, assieme ad altri Centri Studi Bergamaschi, ha presenziato alla 52a Fiera del Libro che si è tenuta a Bergamo dal 22 aprile al 1° maggio. La partecipazione del Centro Storico non si è limitata solamente all’esposizione dei volumi pubblicati dall’associazione e da altri autori brembani, ma anche ad una conferenza dal titolo “Tradizioni, gente e paesi. La cultura del territorio attraverso l’opera dei Centri Storico-Culturali” svoltasi lo scorso sabato 30 aprile presso lo Spazio Incontri della Fiera. Durante l’occasione, i canti delle Donne alla Fontana si sono alternati alle presentazioni dei vari centri: il Centro Studi Valle Imagna, l’Archivio Storico Bergamasco, Promoisola, il Centro Studi Valle San Martino e il Centro Storico Culturale Valle Brembana. Con la presenza congiunta delle associazioni culturali si è voluta sottolineare l’importanza della ricerca storica locale, l’impegno di numerosi studiosi e ricercatori, la diffusione di opere, riviste e quaderni dedicati alla storia, alla cultura e alle tradizioni bergamasche.


L'esposizione di libri dei Centri Studi Bergamaschi
alla Fiera del Libro

La presentazione del Centro Storico Culturale Valle Brembana e le Donne alla Fontana


Con la presenza alla Fiera del Libro di Bergamo si chiude il primo quadrimestre di attività del Centro Storico Culturale Valle Brembana che ha visto svolgersi, fra altre manifestazioni, l’interessante serie di conferenze relative al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Gli incontri, organizzati con la collaborazione del Museo della Valle di Zogno, del Lions Club Valle Brembana, del Comune di San Pellegrino Terme e della Biblioteca Comunale di Vedeseta, hanno trattato gli aspetti storico-culturali più significativi della vicenda risorgimentale con specifici riferimenti al ruolo svolto da Bergamo e dalla Valle Brembana.

Il 15 aprile, infine, si è svolta presso la Biblioteca di Zogno una serata di poesia sul tema "Al chiaror d’una lanterna", organizzata dal Centro e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Zogno.




A SAN GIOVANNI BIANCO LA NUOVA COLLETTIVA DEGLI ARTISTI BREMBANI

E' tornata a San Giovanni Bianco, nella sede di "Casa Ceresa", la collettiva degli Artisti brembani contemporanei, un'esposizione che riunisce le opere di oltre novanta fra pittori e scultori nativi o residenti in Valle Brembana. L'inaugurazione della mostra, che durerà fino al prossimo 6 gennaio, è avvenuta domenica 19 dicembre ed è stata presieduta dal presidente del Centro Storico Culturale Prof. Tarcisio Bottani, con l'intervento dell'Assessore alla Cultura della Provincia di Bergamo, Dott. Giovanni Milesi, e del Parroco di San Giovanni Bianco, Don Luigi Manenti. Per sottolineare l'importanza culturale dell'iniziativa è stata predisposta la stampa di un catalogo con tutte le opere raccolte, opere per le quali non sono stati previsti vincoli di soggetto, di tecnica o di misura, proprio per non fissare alcun limite alla creatività.






GRANDE SUCCESSO FESTIVAL DI POESIA PER E DEI BAMBINI

Non meno di 400 persone hanno partecipato alla serata finale del “Sanpellegrino Festival Nazionale di Poesia per e dei bambini” che si è svolta sabato 4 dicembre nel teatro dell’Oratorio di San Pellegrino Terme. Promosso dal Comune di San Pellegrino e organizzato dal Centro Storico Culturale con il coordinamento del prof. Bonaventura Foppolo, il Festival ha coinvolto più di 2.000 alunni della scuola primaria e secondaria di 1° grado, provenienti da 31 località diverse, principalmente della provincia di Bergamo, ma anche da altre parti d’Italia. Gli alunni hanno presentato ben 577 poesie scritte individualmente e 200 di gruppo o di classe. Questo significa che il Festival ha messo in moto un lavoro didattico straordinario con tante classi e tanti docenti che si sono mobilitati per settimane sul tema della poesia. Gli adulti partecipanti sono stati 64, con oltre 100 poesie in italiano e in lingua locale. La loro provenienza è ancora più varia e distribuita su 50 località di tutta Italia, da Nord a Sud. Ospite della manifestazione è stato il poeta Pietro Formentini, assai apprezzato per la sua vicinanza ai bambini nell’uso del linguaggio poetico e la sua capacità di comunicare con loro in questa lingua speciale che è la poesia. Tra novembre e dicembre Formentini ha incontrato circa 700 alunni, ai quali ha letto e reinventato con loro le sue poesie: in questi suoi incontri è stato per i bambini e i ragazzi un maestro del “fare poesia” con le parole e con il colore della voce, è stata una guida nel giardino della fantasia. Per ulteriori informazioni sui vincitori, per leggere le loro poesie e visitare la galleria fotografica, clicca QUI




Presentazione dei Quaderni Brembani 9

Lo scorso sabato 20 novembre si è tenuta presso il Museo della Valle di Zogno la presentazione dei Quaderni Brembani 9, una edizione che quest'anno risulta particolarmente consistente, essendo oltre cinquanta i contributi pervenuti dai soci del Centro Storico Culturale Valle Brembana. Fra gli argomenti trattati, che come sempre spaziano dall'arte alla religione, dalla storia alle tradizioni locali, si segnala in particolar modo l'articolo dedicato alle incisioni rupestri di Carona, tema che supera ormai l'ambito della storia locale e si pone autorevolmente a livello più generale in grado di dare un ulteriore contributo alla conoscenza delle origini alpini e delle civiltà preromane. Durante l'incontro, al quale hanno partecipato oltre ottanta soci, il presidente Tarcisio Bottani ha premiato le tesi di maturità sulla Valle Brembana presentate dagli studenti Ludovico Monaci, Laura Tassis, Alice Milesi, Daniela Arrigoni, Sara Magoni e Davide Gamba. Una specifica sezione dell'Annuario è stata inoltre dedicata ad alcune interessanti tesi di laurea riguardanti la valle, a complemento della consueta rubrica "Scaffale Brembano", che anche quest'anno annovera una trentina di recensioni di opere di argomento vallare o scritte dai soci del Centro.






Il Centro Storico Culturale organizza il Premio Nazionale di Poesia San Pellegrino Terme

Su incarico del Comune di San Pellegrino Terme, il Centro Storico Culturale Valle Brembana "Felice Riceputi" organizza l'edizione di quest'anno del Premio Nazionale di Poesia che quest'anno avrà per titolo Festival Nazionale di Poesia per&dei bambini. Il Premio intende promuovere occasioni nelle quali si possano esprimere la fantasia e l’allegria dei bambini e dei grandi, attraverso la lettura e la composizione di poesie, rime e filastrocche destinate ad un pubblico infantile. Sono invitati a partecipare, guidati dai loro insegnanti, i bambini dai 7 ai 12 anni che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado e gli adulti che amano leggere e comporre poesie. Parteciperà inoltre, come ospite speciale, Pietro Formentini, autore di libri di poesie per bambini. Nella fase preparatoria, la segreteria del festival organizzerà per i bambini e i docenti di alcune scuole selezionate dei laboratori didattici e ateliers creativi che potranno dare un supporto alla didattica. I genitori, i nonni e tutti gli adulti, in appositi incontri, avranno l’occasione di arricchire la loro conoscenza di rime e filastrocche e di imparare a giocare con la fantasia dei loro bambini. Il poeta ospite incontrerà in momenti diversi le classi e gli adulti per proporre le proprie poesie e ascoltare quelle in concorso di bambini e adulti.

Il Festival Nazionale di Poesia per&dei bambini si articolerà nelle seguenti fasi:
- Settembre: svolgimento di un corso di aggiornamento per i docenti delle scuole che sono state designate come giuria popolare.
- Settembre-ottobre: svolgimento dei laboratori didattici nelle classi selezionate e lettura delle poesie in concorso.
- Ottobre: laboratori di poesia per gli adulti.
- Novembre: incontro delle classi con il poeta ospite del festival.
- Entro sabato 30 ottobre: consegna poesie degli adulti.
- Entro sabato 13 novembre: consegna poesie bambini.
- Venerdì 3 dicembre ore 16.00: apertura festival e spettacolo di inizio.
- Da venerdì 3 a sabato 4 dicembre: mostra-mercato dei libri di poesie per bambini.
- Venerdì 3 dicembre ore 20: cena con l’autore ospite e lettura delle poesie degli adulti in concorso.
- Sabato 4 dicembre: conclusione del Festival e premiazioni.
Le manifestazioni del 3 e 4 dicembre si svolgeranno presso l'Oratorio di San Pellegrino Terme.

www.culturabrembana.com/sanpellegrinofestival/




Il Centro Storico Culturale Valle Brembana intitolato a Felice Riceputi

L'Assemblea Ordinaria annuale del Centro Storico Culturale Valle Brembana, svoltasi a San Giovanni Bianco il 10 aprile 2010, accogliendo la proposta avanzata in tal senso dal Consiglio Direttivo, ha deliberato l'intitolazione del Centro al prof. Felice Riceputi, in considerazione del fatto che lo scomparso presidente fu l’ideatore e il promotore dell'Associazione, che lui stesso fondò con un gruppo di amici, ricoprendo la carica di presidente fin dalla fondazione e perseguendo con passione e competenza gli scopi associativi fino alla prematura scomparsa.




Manifattura di Valle Brembana: cento anni di storia in un libro 1907-2007

Cento anni sono passati dalla fondazione della Manifattura di Valle Brembana di Zogno, un piccolo mondo imprenditoriale che ha conosciuto successi, sconfitte, crisi più o meno lunghe e rinascite impetuose. Un’azienda che è sorta tra i fasti della belle époque brembana e la cui storia si è intrecciata con i grandi eventi d’Italia e del mondo, dalle guerre al fascismo, dalle crisi ai “miracoli” economici e alla globalizzazione. Questa importante realtà, in occasione del suo centesimo anniversario, ci è stata sapientemente raccontata dal compianto Prof. Felice Riceputi attraverso una ricca documentazione storica e iconografica raccolta nel suo ultimo libro “Manifattura di Valle Brembana 1907-2007: cent’anni di storia”. Il libro, pubblicato dal Centro Storico Culturale Valle Brembana con il contributo della Manifattura di Valle Brembana, è stato presentato lo scorso 26 marzo presso il Teatro Trieste di Zogno alla presenza delle autorità locali, dei dirigenti, degli impiegati e degli operai della Manifattura, di gente e di cittadini zognesi che hanno vissuto e conosciuto questa piccola ma importante vicenda economica della nostra valle, nonché le varie generazioni della famiglia Polli che l’hanno portata avanti nel tempo e con successo. Ad introdurre la serata la Dott.ssa Simona Gentili, dipendente della MVB e vice-presidente del Centro Storico Culturale, che ha poi lasciato la parola al sindaco di Zogno Giuliano Ghisalberti, al Prof. Tarcisio Bottani e, in chiusura, al consigliere delegato della MVB Dott. Massimo Trabattoni.

La Dott.ssa Simona Gentili, il Dott. Massimo Trabattoni e il Prof. Tarcisio Bottani





Una serata all'insegna della poesia e della musica

Si è tenuta lo scorso venerdì 5 marzo presso la sala polifunzionale "Vittorio Polli" di Zogno. La manifestazione, organizzata dal Centro Storico Culturale Valle Brembana in collaborazione con il Comune di Zogno, è stata seguita con interesse e partecipazione da un pubblico di oltre cento persone, fra le quali vi erano i poeti aderenti al Centro e quelli residenti a Zogno. In apertura, l'assessore all'Istruzione e alla Cultura di Zogno, Angelo Curnis, ha voluto sottolineare il rapporto di reciproca collaborazione che si è instaurato e consolidato con il nostro Centro culturale da quando il Comune ha offerto i locali per la sede, presso Villa Belotti. Un sodalizio che era nato ai tempi della presidenza di Felice Riceputi, al quale è stato reso omaggio con la lettura della sua poesia "La Piazza", pubblicata di recente sui Quaderni Brembani 8. La presentazione è poi proseguita con la lettura, in italiano o in dialetto bergamasco, delle poesie e delle composizioni dei vari poeti presenti in sala, gran parte delle quali scandite dall'autorevole voce della professoressa Aide Bosio di San Pellegrino ed altre ancora proposte dagli stessi autori. Eleonora Arizzi di Lenna, Elena Belotti di San Giovanni Bianco, Bortolo Boni di San Giovanni Bianco, Flavio Burgarella di Zogno, Pierluigi Ghisalberti di Zogno, Mario Giupponi di San Giovanni Bianco, Gianbattista Gozzi di San Giovanni Bianco, Adriano Gualtieri di San Pellegrino, Walter Minossi di San Pellegrino, Giosuè Paninforni di Zogno, Alessandro Pellegrini di Brembilla, Marco Pesenti di Zogno, Matteo Ghisalberti di Zogno e il parroco emerito di Zogno don Giulio Gabanelli. Questi i nomi dei poeti brembani intervenuti alla serata di Zogno; ma come afferma il presidente del centro culturale Tarcisio Bottani "siamo convinti che ce ne siano altri in Valle e saremo lieti di ospitarli e di far conoscere le loro opere durante le prossime manifestazioni". Letture talvolta commoventi, e letture che hanno fatto anche sorridere, per quell'unione di ironia e dialetto che risulta essere sempre un nesso vincente all'interno della tradizione culturale vallare. Così come l'unione fra la musica e il dialetto, con i brani musicali del cantautore Bruno Reffo, che durante la serata ha proposto alcuni pezzi del suo ricco repertorio con la chitarra.

La prof. Aide Bosio
Il pubblico presente in sala con, in prima fila, alcuni poeti brembani


La rassegna dei poeti brembani si è conclusa con il ricordo di Vittorio Polli, poeta e scrittore zognese, grande animatore della cultura e delle tradizioni brembane, a cui si deve fra l'altro la fondazione del "Museo della Valle" di Zogno. Un omaggio dovuto e, infine, l'augurio di proseguire al recupero delle nostre tradizioni popolari e alla valorizzazione degli autori locali.









Centro Storico Culturale Valle Brembana - info@culturabrembana.com - @Valbrembanaweb.com
Perchè abbiamo scelto questo Logo