Presentata la 16ª edizione dei Quaderni Brembani

È stata presentata sabato 25 novembre a Zogno 2017, di fronte al consueto folto pubblico di appassionati di cultura, la 16.ma edizione di QUADERNI BREMBANI, l’Annuario del Centro Storico Culturale Valle Brembana che quest’anno è ancora più corposo dei precedenti, con una sessantina di contributi, dedicati in gran parte alla storia e alla cultura brembana. La foto della copertina si riferisce a un’opera dell’importante artista svizzera originaria di San Giovanni Bianco Teresa Leiser Giupponi, della quale l’anno prossimo verrà organizzata a San Giovanni una mostra, a cura del Centro Storico e del Comune. A Teresa Giupponi è dedicato anche l’articolo di apertura, mentre l’anteprima è riservata all’importante scoperta archeologica di uno spillone dell’età del Bronzo, rinvenuto recentemente a San Pellegrino. Tra gli altri contributi, si segnalano le memorie inedite sulla Resistenza in Valle Taleggio di don Valentino Ongaro, parroco di Pizzino dalla primavera 1944 e testimone diretto degli attacchi portati dalle truppe nazifasciste alla sua Valle. È inoltre presente una sezione che raccoglie una serie di contributi di arricchimento al convegno dello scorso anno dedicato ai Pittori Santacroce. Tra questi, il catalogo completo delle opere dei Santacroce, curato da Adriano Avogadro e l’estratto di una tesi di dottorato recentemente discussa all’École du Louvre di Parigi. L’importanza di Quaderni Brembani è di riuscire ogni anno a coinvolgere 50/60 persone che propongono dei testi inediti e interessanti, la maggior parte dei quali dedicati a ricerche sulla Valle Brembana, che contribuiscono alla conoscenza dei più diversi aspetti storici, artistici, ambientali, ecc. In 16 anni sono stati pubblicati sui vari numeri dell’Annuario non meno di 700 testi dedicati alla Valle e questa è probabilmente una particolarità che non si riscontra altrove.